DOVE DORMIRE

Hotel

DOVE MANGIARE

Ristoranti

SANTUARIO DELLA MADONNA ADDOLORATA E DI SAN BERNARDO
Il santuario di San Bernardo Il santuario di San Bernardo
google_ad_format = "234x60_as";
Il santuario di Mesero è ben visibile lungo la strada che porta a Magenta da Castano, dove si incrocia con quella che anticamente portava a Milano, nei pressi dell'oratorio di San Giovanni Bosco. Già nel XVII secolo esisteva una piccola chiesa dedicata alla Madonna Addolorata, quasi in rovina, rimaneggiata grazie all'intervento della popolazione e dei frati Certosini. Nel 1621 venne quindi costruito il nuovo santuario, con un bell'altare in legno dorato, decorato nella parte frontale da un affresco rappresentante la Vergine Addolorata, e in quella posteriore dalla vecchia immagine della Madonna. Nel 1667 i Certosini concessero un altro appezzamento di terreno per unire il santuario al paese tramite il viale che ancora oggi vediamo.
Nonostante il campanile in stile romanico che lo caratterizza, l'edificio è in stile barocco, con la facciata caratterizzata nel suo ordine inferiore da quattro nicchie ospitanti statue di santi. L'interno è a una sola navata, con due cappelle laterali: quella di destra abbellita da un crocifisso ligneo Secentesco; quella di sinistra con la statua di San Bruno sopra l'altare a cui è dedicata.
Gli affreschi delle lesene che separano la navata dal presbiterio raffigurano San Bernardo e San Fermo, mentre le tele della seconda metà dell'Ottocento della Via Crucis vennero dipinte da Maria Antonia Valli. Da segnalare anche un grande quadro del XVII secolo, raffigurante la Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Rosa da Lima.


Torna indietro